Visite Specialistiche

Dalla prevenzione alla diagnosi fino al trattamento, i migliori specialisti si prendono cura di te.

La visita oculistica serve a prevenire, diagnosticare e trattare l’apparato visivo. La salute dell’occhio è importante per la qualità della vita, per questo è necessario sottoporsi a controlli medici periodici.

L’ortopedia studia le disfunzioni e le patologie dell’apparato locomotore, ovvero il sistema costituito dall’insieme di ossa, muscoli, tendini e legamenti. La visita ortopedica è consigliata quando si hanno problemi costanti o dolorosi in una parte del corpo (mal di schiena, dolori muscolari e/o alle articolazioni).

La visita oncologica viene effettuata per diagnosticare o monitorare una patologia tumorale. Permette di approfondire risultati già ottenuti con esami ematici o strumentali, con l’obiettivo di impostare il miglior percorso terapeutico.

La visita nutrizionistica serve ad eseguire una completa valutazione del soggetto (stato di salute, stile di vita alimentare, presenza di eventuali patologie, metabolismo basale) per poi poter stilare un piano alimentare personalizzato.

La visita pediatrica consente di controllare lo sviluppo del bambino, di diagnosticare e trattare eventuali malattie infantili o di identificare segni di patologie da approfondire con specifici esami di laboratorio, radiologici o con l’intervento di altri specialisti.

L’obiettivo della visita pneumologica è monitorare, diagnosticare o escludere la presenza di malattie dell’apparato respiratorio e individuare, quando possibile, la terapia più adatta. Alle visite pneumologiche vengono anche sottoposti tutti i pazienti con patologie già note per il monitoraggio delle patologie stesse.

La visita podologica permette di studiare e trattare le patologie del piede. È importante analizzare le eventuali alterazioni con un esame locale aggiunto ad un esame biomeccanico in cui si verificano tutti i movimenti articolari del piede.

La visita psichiatrica ha l’obiettivo di curare i disturbi psichiatrici attraverso un trattamento farmacologico o psicoterapeutico.

La visita psicologica è un colloquio, in un clima di ascolto, orientato ad individuare cosa nel funzionamento della persona la porta ad una condizione di sofferenza o di disagio per iniziare un percorso di sostegno adeguato.

La visita reumatologica si concentra sulle articolazioni, i muscoli e lo scheletro, accerta l’insorgenza del dolore articolare, le sue caratteristiche e la risposta ad eventuali terapie già tentate.

Con la visita urologica/andrologica si indagano eventuali disturbi e malattie a carico dell’apparato urinario di uomini e donne o degli organi riproduttivi maschili. Spesso associata ad un’ecografia (vescicale, renale, prostatica transrettale o transvaginale).

Effettuata per individuare eventuali patologie a carico di orecchie, naso e gola che, pur ben distinti l’uno dall’altro, sono spesso funzionalmente correlati e possono presentare patologie associate, come infiammazioni, infezioni e tumori.

Serve per escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo di carattere allergologico i cui sintomi possono essere: difficoltà respiratorie, prurito in alcune zone del corpo, prurito agli occhi, naso chiuso.

Serve a diagnosticare e trattare le patologie cutanee o per monitorare l’eventuale evoluzione di una patologia cutanea già diagnosticata.

È una branca della medicina a ponte tra: pediatria, neurologia e psichiatria.
La visita di neuropsichiatria infantile è utile a diagnosticare e monitorare i disagi neuropsichici del bambino.

La psicomotricità, attraverso il movimento e il gioco, aiuta ad armonizzare le emozioni, corpo e aspetti cognitivi. L’obiettivo è uno sviluppo armonioso dell’identità del bambino tramite la padronanza del proprio corpo e la capacità di comunicare all’esterno.

Valuta le anomalie del cuoio capelluto e le possibili cause che possono portare alla caduta dei capelli.
Consigliata per chi soffre di: capelli fragili, secchi o grassi, calvizie, alopecia, dermatite seborroica, follicolite, forfora, psoriasi.

Indispensabile per la diagnosi della malattia e per l’identificazione della terapia. Per la prevenzione dello sviluppo delle complicanze e, se già in atto, per la gestione delle stesse.

La logopedia si occupa della valutazione e della cura dei disturbi della voce, della deglutizione, del linguaggio e della comunicazione. Indicata anche per disturbi cognitivi (relativi, ad esempio, alla memoria e all’apprendimento) tipici di tutte le fasce di età.

La visita endocrinologica individua, controlla e corregge i disturbi e i malfunzionamenti legati alla tiroide, all’ipofisi, ai surreni, alle ovaie, ai testicoli e al pancreas.

La visita fisiatrica attesta la presenza di eventuali disturbi della funzionalità di muscoli, tendini e ossa legati a varie patologie, infiammazioni o traumi. Spesso sono richiesti ulteriori esami specialistici (radiografia, ecografia, TAC o risonanza magnetica) per avere la certezza o escludere talune patologie o per individuare un piano terapeutico e riabilitativo idoneo.

La visita ginecologica serve a valutare l’apparato genitale femminile e riproduttivo, lo stato di normalità ed escludere o confermare la presenza di patologie.

Diagnosi e cura delle principali patologie cardiache tra cui l’ipertensione arteriosa, la cardiopatia ischemica, lo scompenso cardiocircolatorio, le cardiomiopatie, le malattie delle valvole cardiache.

Con la visita neurologica si rilevano eventuali patologie o disturbi del sistema nervoso centrale o periferico.

Valutazione dello stato dei tessuti sottocutanei e cutanei per formulare una strategia terapeutica e correggere, limitare e prevenire i fenomeni dell’invecchiamento.

La visita antalgica è indicata in coloro che soffrono di un dolore cronico, di difficile gestione, con ripercussione sulla qualità della vita. Studia e tenta cerca di risalire alle cause che scatenano il dolore per individuare la terapia migliore e per alleviare la sofferenza del paziente.